Il buongiorno si vede da come si è dormito la notte che precede; il mattino è una grande scusa per ottimisti.

Sono le 7,37 di un venerdì umido e che fatica a svegliarsi, ad esplodere, a cominciare.

Sto attenendo con desiderio infantile che la mia voglia di scoprirmi dal piumone mi assalga e mi spinga fuori dal letto ma, in questa città, stamane non mi aspetta nessuno, nessuno sa che sono già sveglia, nessuno ha chiesto di vedermi.

Ogni tanto rimpiango le amicizie perse, quelle che rifiutano il ritorno, quelle che si ubriacano di orgoglio.

Ma oggi no.

E’ bello scordarsi di avere una posizione scomoda nella vita di qualcuno per un giorno.

E’ bello potersi svegliare pensando che non bastano le dita di due mani per contare i propri amici.

Sarebbe bello poter capire che tutta questa finzione arriva con l’aurora ottimista e viene spinta via dalla sera calante.

La luce ci dà coraggio, il buio l’ipocrisia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...