Sognare Woody Allen la domenica notte renderà il vostro lunedì nevrotico.

Dove sia chiaro, “nevrotico” non è in senso negativo se, come me, siete amanti sconsiderati di conflitti inconsci dell’anima.

Ho sognato che Woody Allen mi diceva di scrivere la mia lettera senza orgoglio alle persone che ho perso non solo di vista ma anche di udito, di tatto, di gusto, di olfatto. Mi ha suggerito di scrivere a quelle persone che hanno viziato i miei sensi, che mi hanno stampato il loro profumo addosso abbracciandomi, che mi hanno parlato con le mani, guardata senza malizia, cercata senza doppi fini. Cioè me lo ha detto Woody Allen, il fobico del contatto fisico, il caustico sulle relazioni, l’ansiopatico sull’ amicizia: lo devo fare, è un segno!

Ora però vorrei solo dire a Woody che siccome la sveglia è suonata prima che lui mi riuscisse a rivelare come, perchè, quando, dove, scrivere a queste persone vorrei un aiuto dal pubblico, una chiamatina a casa, un cinquanta e cinquanta.

Come faccio? A chi scrivo? Perchè? E se mi va male e mi mandano in malora?

Woody una botta del genere non la reggerebbe e va avanti grazie a sedute di psicanalisi da millemila dollari, figuriamoci io che mi dovrei consolare semmai solo con una pizzetta rossa e un cochino. Però, meglio un carboidrato serio che un divano usato da sconosciuti…o no?

Quindi forse ho deciso, forse scrivo, forse questo rischio me lo prendo.

Ma prima è meglio che io scenda da Biscotti per munirmi di pizza rossa in quantità indefinite.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...