Cave canem.

Premessa al post: Per chi latinista non è, prima di iniziare questo scritto vorrei ricordare che il sostantivo “canis” vale sia per il maschile sia per il femminile. Questo post è dedicato a tutte le mie amiche e ai miei amici che sono soci fondatori e onorari del Club “Cave canem”. La lettura è caldamente consigliata agli allupati senza speranza, alle sciocche civette, ai corteggiatori seriali e alle vedrane fallite.

Niente allegorie shakespeariane su Otello, la verde gelosia, i mostri e compagnia bella. Io porto il caso concreto.

Una persona non deve per forza avere fiducia negli sconosciuti che stanno incidentalmente e per variegate ragioni accanto al proprio compagno: se c’è il rispetto questo è un passaggio automatico: io ho fiducia nel mio compagno, le altre persone conoscono la relazione tra me e quest’ultimo e si regolano di conseguenza.

Ma se una persona sconosciuta si permette di minare ed infrangere, insidiare dubbi e portare disarmonia tra una coppia è inutile mettere in crisi un rapporto, bisogna metaforicamente eliminare ciò che è superfluo, non ciò a cui teniamo davvero.

Ieri sera uno degli ennesimi esempi. E io sono stanca delle persone che non vogliano capire che è del tutto inutile il lavoro che stanno facendo per poter prendere una posizione. Siete falliti in principio.

Non è questione di dare la colpa ai nostri compagni per evitare di affrontare problemi contingenti,no. Il nostro compagno evita questi imbarazzi se per noi prova qualcosa, ignora queste idiozie da signorine scalmanate se prova un Bene elettivo per noi.

Io dico soltanto che quando si conosce lo stato sentimentale di una persona è buona norma evitare comportamenti ambigui, parole fraintendibili e atteggiamenti da amanti feriti. Se avete lo spessore intellettuale di una sottiletta e la sensibilità di un limone strizzato allora vi consiglio di rivedere le vostre priorità.

Ma evitate di essere la ragione di litigi frustranti che il mondo in questo momento vorrebbe essere pronto ad impiegare energie in ben altre cose.

Perchè se io mi intrometto e interagisco con questi soggetti deliranti passo per la pazza furiosa; se invece si parla di questi soggetti deliranti si assegna loro la frase “Ma no,ma mica lo dice con un doppio senso…” oppure “Dai, lascia perdere…io manco dò retta a queste cose”.

E no belli di casa. Non funziona così. Siete voi che state evidentemente state sbagliando. Ma sbagliando di grosso.

Non vi dovete permettere soprattutto se avete superato una certa età e i pensieri dovrebbero presumersi ponderati e non frivoli.

Vi serve una botta di autostima? Non datevi all’arte della civetteria: vestitevi bene e uscite a fare un aperitivo. Qualcuno lo incontrate sicuro. E altrimenti leggetevi un libro, fatevi un viaggio, andate in una SPA. Fate quello che vi pare ma statevene buoni.

Io sono stanca di queste intrusioni,non dovrebbero accadere. Anzi NON DEVONO accadere.

E non sono arrabbiata ma infastidita. Perchè io sono una sconosciuta per voi come voi lo siete per me.

Ma nel momento in cui vi permettete di intromettermi nella mia vita allora la conoscenza diviene profonda,non superficiale. 

E il consiglio spassionato è quello davvero di evitare spiacevoli attitudini perché è triste, svilente e inutile.

Lo dico per voi che un po’ mi fate ridere e un po’ vi prenderei a paccheri ad libitum.

Annunci

2 commenti su “Cave canem.

  1. tilladurieux ha detto:

    “Vi serve una botta di autostima? Non datevi all’arte della civetteria: vestitevi bene e uscite a fare un aperitivo. Qualcuno lo incontrate sicuro. E altrimenti leggetevi un libro, fatevi un viaggio, andate in una SPA. Fate quello che vi pare ma statevene buoni.”

    Parole sante! Il problema dell’autostima spinge un numero consistente di persone ad avere comportamenti che oscillano tra l’assurdo ed il patetico, creando comunque nocumento e fastidio agli altri. Sempre alla ricerca costante di conferme nei luoghi e con le persone sbagliate.

    • isoladellecolline ha detto:

      Se poi metti che chi lo sta facendo nel mio caso è una persona che si presume sia matura e professionalmente realizzata le cose sono anche più gravi.
      Sic est.
      Ma, mi chiedo, c’è davvero bisogno di rovinare l’Amore degli altri per aggiustare l’amor proprio?d

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...