I pendolari del rischio.

I ritardi su rotaie mi portano ad aprire spesso il finestrino per prendere respiro tra una fermata e l’altra. La puntualità é agonia dei pendolari ma spesso questa condizione forzata muove le mie dita su una odiosa tastiera che minaccia la precisione ortografica.
E mentre fremo all’arrivo del blu lucido e salino come panorama incredibile che arriverà in poco sulla mia destra, i pensieri che credevo più latenti prendono luce.
L’argomento principe sta scalpitando per una corona più pesante, per un trono più alto.
L’argomento che dibatto in solitaria e in cerchio sta chiedendo che le prime scintille promettano fuoco.
La potenza di questo argomento sta viaggiando con tempi incalcolabili e impensati ma é con speranza atteso e desiderato.
Lo é, lo è.
L’argomento é il rischio. Amante inafferrabile, seducente citazione.
Quanti non ne prendiamo per motivi assurdi, quanti ne ripudiamo irragionevolmente. Quanti ne rimandiamo per confuse condizioni temporali, quanti ne affrontiamo solo perché siamo consapevoli siano leggerezze e non azzardi.
Io credo che il rischio più complesso e inutile sia proprio quello che porta a non voler rischiare. In ogni campo, per ogni scelta.
I narratori esterni delle nostre vicende umane e terrene hanno la capacità di essere lucidi dinanzi ai nostri quesiti travolgenti. Le persone che ci stanno accanto ci offrono risposte multiple, scenari vari, potenziali finali lieti o tragici. E noi davanti a questa verifica facilitata più spesso che mai dovremmo scegliere il rischio. Non ostinatamente ma per inclinazione verso ciò che effettivamente sappiamo già di volere.
Il rischio non vola, viaggia su rotaie. Dunque non fatevi spaventare dai tempi d’attesa: io il mare dal finestrino alla fine scelgo di vederlo sempre.

Annunci

Un commento su “I pendolari del rischio.

  1. marisamoles ha detto:

    Se passi da me c’è un premio per te. 😉 http://marisamoles.wordpress.com/2014/04/13/un-premio-dardos-anche-per-me/

    Bellissimo vedere il mare dal finestrino!
    Buona settimana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...